Il Sud ora scommette sulle nuove forme di Franchising e affiliazione

  • Il Sud ora scommette sulle nuove forme di Franchising e affiliazione

    A maggio a Napoli c’è il primo grande salone rivolto alle imprese che vogliono la penetrazione dei loro brand nel Mezzogiorno e all’estero

    Napoli accende i riflettori sulle nuove forme di franchising, sul retail, sui network e sulle start up con il primo ed unico salone professionale organizzato al Sud, in programma alla Mostra d’Oltremare venerdì 19 e sabato 20 maggio.

    Si tratta di una manifestazione unica nel suo genere per la tipologia di Meet & Match che tende ad agevolare l’incontro fra imprenditori, professionisti, esperti, giovani talentuosi.

    Progecta regala quindi a Napoli un nuovo importante evento che vuol far affacciare il territorio centro meridionale sulla realtà delle nuove forme di franchising e di retail che nell’epoca in cui viene a cadere il mito del posto fisso rappresenta uno stimolo e un invito a dedicarsi all’attività imprenditoriale.

    L’affiliazione è infatti una delle migliori opportunità di sviluppo imprenditoriale nel Mezzogiorno e per chi vuole provare a mettersi in gioco ed il nuovo salone è un utile strumento per la crescita delle aziende che partecipano attraverso le competenze e gli strumenti messi a loro disposizione e allo stesso modo consentire ai potenziali franchisee la possibilità di imparare, incontrare e approfondire il mondo del franchising in ogni suo aspetto.

     

    Una formula collaudata

    Il salone è organizzato con la tradizionale formula Progecta che ha già portato al successo BMT – Borsa Mediterranea del Turismo, Pharmexpo, Arkeda, Gustus e Showcolate per un totale di oltre 40 edizioni di borse di settore: sarà un’area espositiva con grandi nomi di diversi settori dell’imprenditoria che proporranno agli interessati le loro diverse opportunità di partnership mentre nell’area Meet & Match si svilupperà l’incontro b2b fra marchi italiani e buyers stranieri interessati ai nostri prodotti da importare attraverso l’apertura di punti vendita sul proprio territorio.

     

    Quella del workshop è un’opportunità interessante che il salone dedica alle imprese italiane per crescere all’estero, sulla scorta della tendenza rivelata da una ricerca realizzata da Confimprese, l’Associazione delle imprese del commercio moderno, da cui emerge che molte aziende retailer, già presenti all’estero, dichiarano che “il mercato è decisamente più in crescita lontano dall’Italia rispetto al nostro paese”.

    Il motivo lo ha spiegato Paolo Aruta, amministratore di A Cento, la società che detiene il marchio Fratelli La Bufala, nel corso di un’intervista a Start Franchising: “Il ruolo che gioca il franchising nella strategia di crescita di un brand della ristorazione, per esempio, è potenzialmente altissimo, per la velocità e la capillarità della crescita di una catena ma in Italia bisogna ancora lavorare sulla cultura del franchising, anche perchè dal punto di vista legislativo non c’è ancora chiarezza sulle tutele del franchisor e del franchisee dopo la firma del contratto”. All’estero quindi è più semplice.

    Ancora la ricerca realizzata da Confimprese pone l’accento sui paesi più interessanti per i brand italiani. Al primo posto c’è la Francia, seguita dal Regno Unito, dalla Russia e dalla Germania. Fuori dall’Europa, sono da segnalare le opportunità offerte dalla Cina, dagli Emirati Arabi, dagli Stati Uniti, dall’India e dal Brasile. E molti di questi Paesi non per caso saranno presenti al Salone napoletano. 

     

    A lezione dagli esperti

    Le tecniche ed segreti da conoscere per riuscire a sviluppare questa nuova forma di imprenditoria saranno raccontate ai visitatori del salone da Alfio Bardolla e Roberto Re, coach finanziario il primo e coach motivazionale il secondo. Si tratta dei due massimi esperti italiani, noti al pubblico per il successo riscosso dai loro seminari e la capacità di riempire i palazzetti che ospitano i loro seminari con persone in target. I loro corsi insegnano come mettersi in proprio e come affrontare un percorso che, ci si augura, porti al successo.

    Proprio per questo Bardolla e Re saranno a Napoli per tenere a battesimo il nuovo Expo Franchising e indicare la via giusta per scommettere su se stessi.

     

    Grandi firme in vetrina

    Diversi i settori merceologici rappresentati in fiera. Si va dal food all’abbigliamento, dalla cosmetica ai sexy shop, dall’automotive all’immobiliare, agenzie di credito, istituti di formazione, imprese di produzione e vendita di accessori.

     

    Nomi importanti ma anche nuovi protagonisti del franchising, del retail, del networking saranno i principali attori dell’area espositiva insieme alle associazioni di categoria come Federfranchising e Iref che giungeranno a Napoli per sondare la permeabilità del mercato meridionale a questa nuova tendenza imprenditoriale.

     

    Grandi nomi come Marinella o Giappo, Rossopomodoro e Fratelli La Bufala. Ma anche tantissimi altri brand nazionali consolidati e nuovi: Casa Piocheur, B-Rent, Paris Cosmetics, Mondial Box, Yolab, Small Pay, BRD, Booklet, Pausa è Caffè, Tacos&Beer, Quattrobi, Blooker, Toaster King, Easy Franchising, Maxisoft, Move in Cloud, Albertini, Label Rose, I Dolci Viaggi, Agenzie per Viaggiare, DS Camicie, ColorGlo, Kikkiamo,l’Agrumeto Cosmetics, Sapori di Sicilia, Stock B2C, Agenzia Italia Service Point, Il Vizietto sexy Shop, Lavoro& Formazione, Lavoro&Franchising, Hdr Traning School. Un ulteriore tocco di internazionalità all’Expo napoletano arriverà dalla Francia. Il salone è infatti partner della Fiera del Franchising di Parigi e da qui arriveranno varie imprese interessate al mercato italiano, in particolare dal settore del make up.

    Attraverso la loro presenza, i protagonisti dell’impresa che già presidino il mercato del franchising racconteranno come ce l’hanno fatta. Uno di questi sarà Giappo che nel corso di Expo Franchising proporrà anche un corso di cucina sushi. Il fondatore del Gruppo, Enrico Schettino, spiega che la formula del franchising era il modo più efficiente per sviluppare il marchio Giappo a macchia d’olio e in poco tempo. “Il franchising dà la possibilità di trasferire know how, vision e concept in maniera performante e di innovare laddove nessuno si è spinto prima. Il sistema Giappo garantisce la qualità dell’offerta e l’ottimizzazione operativa, la personalizzazione di ogni punto vendita in modo unico, con proposte di menù, metodologie di servizio e di preparazione attentamente studiate”.

     

    Opportunità per il futuro

    Per dirla con le parole di Angioletto de Negri, amministratore della società organizzatrice Progecta, l nuovo salone deve essere letto come un’opportunità per regalarsi un futuro.

    “Vogliamo che da Napoli possano partire e ramificarsi progetti e aziende in tutto il mondo. D’altra parte la Campania è la quarta regione italiana e la prima del Mezzogiorno per numero di start up. Per questo sono previsti workshop specifici a porte chiuse riservati agli espositori, incontri riservati alle imprese consolidate con advisor di Private Equity ed incontri riservati alle start up con advisor di Venture Capital. Gli espositori condurranno i corsi di formazione ed aggiornamento dedicati ai giovani ed aspiranti franchisee e potranno spiegare loro i vantaggi dell’affiliazione alla propria rete. Sono in programma anche dei minimaster per gli operatori che vogliono aggiornarsi e conferenze su temi di mercato e attualità”.

    Che lo spettacolo abbia inizio!

    Leave a comment